Vittorio Feltri a muso duro con Bersani: ‘Sui morti ammazzati nessuno può battere i comunisti’

Feltri - Bersani

Vittorio Feltri replica a Pierluigi Bersani. Lo fa su Twitter, dove lo storico esponente del centrosinistra ha provato a spiegare i motivi per i quali è stato protagonista di di una discussa esternazione. Bersani, da ospite di Cartabianca di Bianca Berlinguer, aveva parlato in maniera negativa del centrodestra. In particolare aveva sottolineato che, qualora ci fosse stata l’opposizione al governo, i cimiteri sarebbero potuti non bastare.

Bersani spiega su Twitter i motivi della sua esternazione

Una dichiarazione forte quella di Pierluigi Bersani che, su Twitter, ha inteso spiegare il suo punto di vista. Da ospite di Bianca Berlinguer ha specificato di essere arrivato a utilizzare quell’espressione in ragione di quello che era stato, tra le altre cose, il comportamento visto da parte di qualcuno nell’ormai nota manifestazione del 2 giugno.

In quell’occasione ci sono state polemiche per il fatto che sono state diffuse immagini dove è sembrato improbabile che si sia potuto rispettare tutte le norme finalizzate a mantenere il distanziamento sociale ed il divieto di assembramento.

“Chiaro – ha detto – che ho usato un’iperbole”. L’attacco a Salvini è arrivato successivamente. “Ma – ha proseguito – un ex ministro dell’Interno che ridicolizza mascherine e distanziamento dopo che a pochi giorni dalla prima zona rosa chiedeva di aprire tutto si espone a un giudizio che, ripeto, per iperbole, confermo assolutamente”.

Un’esternazione che aveva trovato la replica stizzita dei maggiori esponenti del centrodestra. Giorgia Meloni, infatti, con un post apparso sul suo profilo Twitter aveva trovato ignobili le parole esternate Pierluigi Bersani.

 

Feltri replica a Bersani sui cimiteri

La risposta di Vittorio Feltri è stata garbata nei toni, ma assolutamente dura nei contenuti. “Caro – Pierluigi Bersani – uso anch’io un’iperbole: con il centrosinistra al governo avremmo dovuto farci prestare i citimeri di Stalin, i più capienti. Sui morti ammazzati nessuno può battere i comunisti”.
Una frecciata abbastanza diretta all’ex leader del centrosinistra.