Vodafone, accordo con i sindacati: salvati 1.130 posti di lavoro

La trattativa è durata meno di un mese. L'azienda: «Poste le basi per il piano di trasformazione e rilancio»

vodafone

Vodafone Italia e i sindacati hanno raggiunto un accordo evitando così l’esubero di 1.130 dipendenti. La trattativa è durata meno di un mese. «L’accordo, frutto di un percorso di dialogo costruttivo con il sindacato, pone le basi per il piano di trasformazione e rilancio dell’azienda, della sua competitività sul mercato e della sua sostenibilità futura. L’intesa è stata guidata dalla reciproca volontà di trovare soluzioni che rappresentino il punto di equilibrio fra contesto, esigenze e tutele e che conducano ad un modello operativo più agile e focalizzato per continuare ad investire sugli asset di differenziazione. Il modello di confronto valorizza la cosiddetta «contrattazione d’anticipo» con l’individuazione di una serie di strumenti volti a ridurre l’impatto sociale e, al contempo, semplificare e adeguare l’organizzazione al nuovo contesto», si legge nel comunicato stampa del colosso delle telecomunicazioni.

Tra contratti di solidarietà e assunzioni
La firma è arrivata e prevede alcune novità per i dipendenti di Vodafone Italia: il ricorso al contratto di solidarietà per 4870 dipendenti; percorsi di riqualificazione professionale per oltre 300 dipendenti finalizzati a riportare in azienda attività oggi svolte esternamente; un piano di assunzioni per 300 dipendenti in 3 anni con competenze chiave per la crescita futura; la mobilità volontaria e incentivata per 570 dipendenti. «L’azienda e le organizzazioni sindacali hanno concordato un percorso di costante monitoraggio dell’implementazione dell’accordo, a livello nazionale e territoriale, con l’obiettivo di assicurare una coerente gestione del piano di riqualificazione e degli strumenti previsti», si legge in fondo al comunicato di Vodafone Italia.