Vola il gradimento per Draghi, lo dicono tutti i sondaggi

Bce

Come era prevedibile, all’indomani della convocazione di Mario Draghi da parte del Presidente della Repubblica hanno cominciato a fioccare i sondaggi. Il Capo dello Stato ha fatto bene a non sciogliere le Camere? Mario Draghi è la persona giusta per formare il nuovo governo? E quest’ultimo da chi dovrebbe essere composto, e quali partiti dovrebbero appoggiarlo?

Dopo nemmeno una settimana dalla convocazione di Draghi al Quirinale, abbiamo già una moltitudine di risposte a queste – ed altre – domande. Vediamo allora qual è l’opinione degli italiani su questo passaggio chiave che si sta compiendo.

Come abbiamo già visto la scorsa settimana, i primissimi sondaggi sul tema avevano già rilevato un generale apprezzamento per la figura di Draghi e per la scelta di Mattarella. Oggi disponiamo di un quadro decisamente più completo ed esaustivo per analizzare l’orientamento degli italiani (e dei singoli elettorati) sui molteplici aspetti della questione.

Partiamo dal dato fondamentale, quello del gradimento verso Mario Draghi e della scelta di incaricarlo della formazione di un nuovo esecutivo. Secondo un sondaggio realizzato da Ipsos per il Corriere della Sera, il 60% di italiani apprezza la scelta del Quirinale. Un orientamento maggioritario in tutti gli elettorati, sia pure con diverse sfumature: a promuovere la scelta di Mattarella sono infatti circa 8 su 10 tra gli elettori del Partito Democratico e di Forza Italia, e circa la metà (4 su 10) tra gli elettori di Lega e Movimento 5 Stelle.

Secondo un sondaggio realizzato dall’istituto Tecnè, Draghi sarebbe già – e di gran lunga – il leader politico più popolare, con un tasso di fiducia del 60,2% che lo colloca al primo posto con un largo vantaggio su Giorgia Meloni (seconda classificata con il 37,8%) e soprattutto su Giuseppe Conte, che in una settimana avrebbe perso quasi 2 punti scendendo al 35%. Un dato differente, perlomeno per ciò che riguarda Conte, emerge dal sondaggio di Demos per Repubblica: anche qui Draghi sarebbe la figura politica con il maggior tasso di giudizi positivi (oltre il 70%), ma in questo caso Conte si piazzerebbe al secondo posto con il 65%, in crescita rispetto alle rilevazioni precedenti.