Voli a prezzi gonfiati, l’Ue indaga 

I passeggeri delle compagnie aeree pagherebbero prezzi gonfiati a causa di possibili collusioni all’interno del settore della biglietteria aerea. Lo afferma la Commissione europea, che ha aperto un’indagine sul problema. I test riguardano due società che forniscono sistemi di prenotazione dei voli in tutto il mondo, Amadeus e Sabre, che raccolgono dati sugli orari dei voli e biglietti, consentendo agli agenti di viaggio e ai siti Web di elaborare le prenotazioni. La Commissione sospetta che le due società potrebbero limitare la capacità delle compagnie aeree di passare a potenziali concorrenti, rendendo più difficile l’ingresso nel mercato di altre compagnie. 

“Siamo preoccupati per le restrizioni che la ricerca potrebbe creare, così come ostacoli all’innovazione e aumentare i costi di distribuzione dei biglietti e in ultima analisi l’aumento dei prezzi dei biglietti per i viaggiatori”, ha sottolineato il Commissario Ue alla concorrenza Margrethe Vestager. Tale comportamento sarebbe in violazione delle regole di concorrenza dell’Ue.La spagnola Amadeus e la statunitense Sabre forniscono una vasta gamma di prodotti IT per l’industria dei viaggi a livello globale. L’industria dei voli dell’UE è un mercato redditizio, con oltre 1 miliardo di passeggeri trasportati nel 2017, secondo l’agenzia di statistica dell’Unione europea, Eurostat. 

(Fonte: Adnkronos)