Coronavirus, Zaia: “Il 4 maggio si riparte, forse anche prima”

Venezia
Il governatore del Veneto, Luca Zaia (foto da Facebook @zaiaufficiale)

“Se ci sono i presupposti di natura sanitaria dal mondo scientifico, dal 4 maggio o anche prima si può aprire con tutto”. Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia, aggiungendo che “dal 4 maggio dobbiamo essere tutti pronti con dispositivi, regole, ovviamente negoziati con il mondo delle parti sociali e quello dei datori di lavoro. A me risulta che questo lavoro si stia facendo a livello nazionale con questa prospettiva. Non escludo che alcune attività possono essere anche messe in una griglia di partenza, magari, un po’ prima. Immagino che la dead line sia il 4 maggio. La valutazione che fa Fontana è legittima anche perché la fa alla luce di tutti i provvedimenti che vuole adottare rispetto alle aperture. Non conosco il progetto – ha aggiunto -. Stiamo parlando di una riapertura che mi immagino sia anche onnicomprensiva anche a livello nazionale. La Lombardia ha presentato un suo progetto, come d’altronde ce l’abbiamo anche noi, e si rivolge ai cittadini sani. Rispettare le regole partendo da quella basilare che è indossare la mascherina. Su circa 10 mila medici in prima linea in Veneto – ha sottolineato Zaia – solo l’1,3% è risultato positivo. Questo sta a significare che l’uso della mascherina è stato strategico. La mascherina, lo dico a tutti, salva la vita. La mascherina è fondamentale”.