Zingaretti: «Tagli per 6 milioni di pensioni. Salvini e Di Maio vergognatevi»

Il segretario del Partito democratico accusa il governo di ridurre anche gli assegni di chi percepisce soltanto 1500 euro lordi al mese

governo

Nicola Zingaretti si scaglia contro l’esecutivo e il taglio delle pensioni, spiegando che ad essere colpito sarà anche chi guadagna 1500 euro lordi: «Il governo – scrive il segretario dem su Twitter – ha appena tagliato le pensioni a 6 milioni di persone. Stiamo parlando di pensioni a partire da 1500 euro lordi al mese. Salvini e Di Maio, vergognatevi!».

Governo egoista
In un’intervista al Gr 1, inoltre, Zingaretti ha accusato il governo di pensare soltanto ai propri interessi: «Politicamente questo governo è finito perché non governano per gli italiani e con l’idea di futuro dell’Italia ma governano per i loro interessi. Governano da 11 mesi e in Italia c’è meno lavoro, meno produzione industriale, ci sono più tasse e soprattutto Tria ha detto che dopo le Europee aumenterà l’iva e inizierà una drammatica stagione di tagli alle politiche sociali». Secondo il governatore del Lazio, il governo è stato bravo a raccontare i problemi degli italiani, ma non è riuscito a risolverli. «Noi ricostruiremo il baricentro di una nuova alleanza per salvare l’Italia perché se lasciamo il paese in mano a questi signori che pensano solo a loro stessi non ce la faranno mai».

Futuro del Pd
Infine, alla domanda se esistano ancora “correnti” all’interno del Partito democratico, il segretario ha risposto: «Abbiamo iniziato. Oggi c’è un partito più unito e più unitario. Se gli italiani ci aiuteranno con il voto andremo avanti».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 + 9 =